Foggia, chiudono i laboratori di patologia clinica, Barone: “Emiliano ignora l’intera Capitanata”

0
252

“Il Piano di Riordino Sanitario del Governo Emiliano miete altre vittime: i laboratori analisi della Capitanata. Ho presentato un’interrogazione urgente a Emiliano al fine di chiedere una revisione del deliberato e scongiurare una decisione che testimonia il totale disinteresse di questa Giunta regionale per la nostra provincia”. Lo dichiara la consigliera regionale M5S della provincia di Foggia, Rosa Barone che prosegue: “Già lo scorso anno avevamo chiesto all’assessore Emiliano di valutare una soluzione alternativa alla chiusura per evitare disservizi a cittadini e lavoratori della ASL oltre ai danni economici dovuti allo smantellamento di alcune strutture in un territorio già orograficamente disagiato e che, nel contempo, registra un’altissima affluenza turistica soprattutto sul Gargano. Questioni di cui non si è tenuto minimamente conto nel riordino”.
La consigliera cinquestelle, a tal proposito, evidenzia l’importanza di tali istituti in Capitanata: “A Foggia Il laboratorio di analisi “Ex Inam” ha, fino ad oggi, garantito un’offerta di alta qualità professionale con nuovi macchinari all’avanguardia eseguendo anche esami di immunometria specialistica, allergologia e autoimmunità, microbiologia, farmacologia e tossicologia, pensiamo che a tale laboratorio afferiscono i prelievi dei servizi ASL del SERT, ADI, ADIR, ANT, Carcere, Medicina dello Sport, Medicina del Lavoro, TAO (Terapia Anticoagulante); discorso complesso per i laboratori di Vieste e Vico – prosegue Barone – che sono destinati ad essere trasformati in Centri di Prelievo Territoriale, presso i quali si potranno eseguire i prelievi ematologici e microbiologici da trasferire ad altro laboratorio con inevitabili disagi per i cittadini, che saranno costretti a difficoltose prenotazioni e code interminabili e con probabili ripercussioni sull’attendibilità dei referti sui campioni di sangue prelevati e trasportati”./comunicato

Commenti