Piano della Prevenzione della ASL Foggia – Presentati i progetti. Tra le tematiche affrontate: la lotta alle microplastiche, al randagismo, le vaccinazioni, gli screening, l’antibiotico-resistenza, la Pet Terapy.

0
139

L’innovazione per offrire maggiore efficienza, più disponibilità all’ascolto dei bisogni della comunità, migliori e più efficaci azioni di prevenzione e di promozione della salute.

È l’obiettivo con cui nasce il Piano per la Prevenzione della ASL Foggia, presentato questa mattina, nel corso di una giornata di studio dedicata alla “Prevenzione in tutte le politiche”.

Elaborato dal Dipartimento di Prevenzione in collaborazione con ARPA Puglia e Ordine dei Medici di Foggia, il Piano raccoglie una serie di progetti interdisciplinari che affrontano tutti gli aspetti della prevenzione, dalle malattie infettive alla promozione della salute, dalla prevenzione della cronicità alle attività di screening oncologico, sino alle complesse relazioni tra ambiente e salute.

“Abbiamo avviato in questi anni– ha spiegato il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla – un percorso virtuoso attraverso una fitta rete di collaborazioni inter-istituzionali. Una rete che contribuisce a superare l’approccio della cura per promuovere quello della prevenzione e della salute. Sono fortemente convinto, infatti, che, per trovare le giuste soluzioni, sia necessario osservare un fenomeno sotto ogni aspetto. Ed è qui che entra in gioco la sinergia tra enti, istituzioni, mondo produttivo, terzo settore che permette di trovare le soluzioni più efficaci ed opportune, grazie proprio all’integrazione delle competenze”.

Altamente propositiva è, in tal senso, la collaborazione avviata con ARPA Puglia.

“I servizi del Dipartimento di Prevenzione e ARPA Puglia – ha dichiarato il Direttore Generale dell’ARPA Puglia Vito Bruno – collaborano attivamente realizzando un positivo esempio di integrazione tra autorità ambientale e politiche sanitarie. Ciò consente di realizzare, da un lato, campagne di prevenzione e, dall’altro, interventi di controllo capillari e sinergici, integrando le nostre competenze”.

La giornata di lavoro ha visto la partecipazione anche di numerose associazioni a tutela degli animali e dell’ambiente che operano in provincia di Foggia.

“Fondamentale – dichiara Luigi Urbano, Direttore del Dipartimento di Prevenzione – è il ruolo di ‘accompagnamento’ che il nostro servizio ha nei confronti delle persone e di molteplici settori dell’economia. Ciò ci sta permettendo di migliorare il rapporto con i cittadini in un’ottica di maggiore trasparenza, ascolto, efficienza e efficacia degli interventi”.

Molti i progetti elaborati nell’ambito del Piano di Prevenzione che affrontano tematiche di grande attualità come la lotta alle microplastiche, la prevenzione dei tumori attraverso corretti stili di vita (Med Food Anticancer Program), il benessere negli ambienti di lavoro (WHP). E, ancora, la lotta al randagismo (Zero cani in canile), le vaccinazioni, gli screening, l’antibiotico-resistenza, la Pet Terapy.

I progetti, raccolti in un quaderno scientifico, saranno divulgati a medici di Medicina Generale, farmacie, sedi dei Servizi Aziendali e associazioni.

La giornata ha offerto, inoltre, ai numerosissimi presenti l’occasione di attivare il fascicolo Sanitario Elettronico che permette di raccogliere dati e documenti sanitari personali in formato elettronico. Ciò garantisce la tracciabilità della storia clinica della persona, in qualunque momento e in qualunque luogo egli si trovi, in totale sicurezza.

Commenti