LA COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

0
287

La commemorazione dei defunti ha un significato davvero particolare. A mio modesto avviso questa ricorrenza è un viaggio nei ricordi che ogni uno di noi affronta in modo molto personale. Quando siamo in visita ai nostri amati congiunti, oppure ci capita di passare davanti a un conoscente, amico o semplicemente persona che per anni abbiamo incontrato vicino casa, poiché abitante nei pressi di quest’ultima. Ricordi, sensazioni, nonché momenti particolari riaffiorano. Non di rado in effetti, è facile ascoltare mamme e papà che spiegano ai piccini le vicissitudini accorse in vita a quel dato defunto, oppure ancor più, all’amato nonno mai conosciuto, perché volato in cielo, prematuramente. Difatti la tradizione annessa è testimonianza di un retaggio culturale antico, nei confronti di coloro che hanno segnato particolarmente la nostra vita. La calza ricca di dolciumi che i bambini aspettano con ansia, come anche la tavola imbandita, la sera prima della ricorrenza, come usanza vuole. Sono dimostrazioni di come le persone amate siano sempre nel cuore di chi esegue tali gesti; da tramandare rigorosamente alle generazioni future. Spesse volte osserviamo il cielo, la sera tarda, è non possiamo fare a meno di pensare che i nostri amati sono lì tra le stelle, dove la magnificenza della creazione esprime il suo grande splendore. Dunque anche se non presenti fisicamente; i sorrisi e i momenti trascorsi insieme rimarranno per sempre in fondo al cuore.

Vincenzo Naturale

Commenti