Presepe Vivente nel centro storico a Rignano Garganico

286

Il Presepe Vivente a Rignano Garganico, il più piccolo paese del Parco Nazionale del Gargano, giunge quest’anno alla XXII edizione per un doppio appuntamento previsto giovedì 26 dicembre e lunedì 6 gennaio.

Fede folklore si intrecciano per dar vita ad una suggestiva rappresentazione allestita nel centro storico e popolata da circa cento interpreti. Curate nei minimi particolari le botteghe di antiche arti e mestieri – come “Socèr e Nòr” (la suocera e la nuora), “lu scarpàr” (il calzolazio), “lu scardaràn” (lavorazione della lana), “la Cantìn” (la Locanda) – ricostruite fedelmente all’interno delle caratteristiche case-grotta. Il visitatore è invitato a seguire un percorso che si snoda attraverso l’intero borgo medievale, prima di raggiungere la grotta della Natività, situata all’ombra dell’antica torre baronale. Il tutto accompagnato da ottime degustazioni di prodotti locali quali “caciocavallo”, “ceci”, oltre alle immancabili “scarpedde”, “li Scarvatèll” (gli scaldatelli) e molto altro.

In questi anni si sono registrate oltre centomila presenze accorse da tutta Italia e dall’estero, a dimostrazione di quanto sia profonda l’ammirazione che la gente nutre nei confronti di questo evento, in cui recuperano e valorizzano antiche tradizioni e saperi.

La peculiarità della rievocazione è data anche dal fatto che i figuranti interagiscono con il pubblico, trascinandolo all’interno delle scene, nelle piccole abitazioni dove vivevano le famiglie con i propri animali, nell’epoca in cui le giornate erano scandite dal ritmo delle stagioni.

Il Presepe Vivente è organizzato in collaborazione tra il Comune di Rignano Garganico, la Parrocchia Maria SS Assunta, l’Associazione Presepe Vivente, la Pro Loco di Rignano Garganico, il Parco Nazionale del Gargano e con il contributo della BCC di San Giovanni Rotondo, l’A.N.V.V.F. di Protezione Civile e di associazioni, volontari cittadini Rignanesi e imprese locali.

ORARI

Giovedì 26 dicembre – dalle ore 16.00 alle 21.00
Lunedì 6 gennaio – dalle ore 15:30 alle 21:00

Commenti