Farmacisti additati ingiustamente come “strozzini”.

940

La categoria dei farmacisti e ‘ in prima linea nella guerra contro il coronavirus continuando a prestare la loro attivita’ anche in un periodo cosi’ pericoloso. Nonostante cio’ in un video sono stati additati ingiustamente come “strozzini “ per il prezzo raggiunto dalle mascherine protettive . Prezzo che invece non dipende da loro, ma dalla filiera produttiva. Si e’ preferito dare in pasto alla pubblica opinione questi professionisti , anziche’ spiegare la reale situazione. A questo proposito scrive il dott.Paolo Antonacci, vicepresidente dell’Ordine dei Farmacisti di Foggia: “.. Purtroppo i prezzi di alcuni beni divenuti essenziali, nostro malgrado, hanno subito rincari “decuplicati” in tutta la filiera: produzione > trasporto > distribuzione > vendita al dettaglio e di conseguenza all’utente finale. Infatti i NAS, dove hanno effettuato i controlli, hanno verificato che i cosiddetti “strozzini dei farmacisti” avevano a loro volta acquistato tali beni a prezzi più che decuplicati non ravvisando pertanto alcun reato. …In situazioni di crisi, di emergenza, di povertà, di disagio, di guerra .. l’esponente di turno non parla più alla testa del popolo, ma alla sua pancia creando il nemico da dargli in pasto, distogliendo così l’attenzione dai veri problemi. Non molto tempo fa i nemici da combattere erano gli immigrati, ieri è stato il turno dei farmacisti gettati in pasto al popolo con una veemenza scomposta che un primo cittadino non dovrebbe mai avere, soprattutto nei confronti di una categoria che ora rappresenta una parte dell’esercito che combatte questa guerra. … Che un Sindaco…si guadagni “like” e visualizzazioni su Facebook prima ancora di verificare la reale situazione, fa pensare che o ha perso la lucidità … oppure ha volutamente esercitato il suo potere per ingenerare rabbia nei cittadini nei confronti di qualcun altro. “

Commenti