Compostaggio: ci risiamo !

69

Ebbene cari concittadini ci risiamo. In questo periodo abbiamo perso un po’ di vista i problemi di San Severo, quelli veri, perché chi dovrebbe occuparsene era troppo impegnato a calcare il palcoscenico mediatico per affossare di più la nostra città, già martoriata. Come già saprete, il TAR si è espresso a favore della società che dovrebbe costruire l’impianto di compostaggio di 60.000 tonnellate a San Severo, trasformando la nostra città in una discarica. Tutto questo è stato già deciso da tempo dal nostro primo cittadino, e dai suoi assessori, precisamente il giorno 22 luglio 2015 con la delibera comunale n° 142 il sindaco Francesco Miglio, il vicesindaco Francesco Sderlenga, gli assessori Pasquale Pio Albanese, Libera Ondina Inglese, Simona Venditti e Luigi Montorio; all’epoca diedero il consenso alla costruzione di un impianto di compostaggio per il trattamento di 60.000 tonnellate di Forsu, non solo per far fronte alla nostra città, ma anche per i paesi limitrofi che potrebbero conferire la loro “monnezza” a San Severo. Difatti a San Severo, solo sei persone hanno deciso per l’intera comunità composta 50.000 anime, scavalcando il consiglio comunale e disinteressandosi dell’opinione dei sanseveresi.

Il gruppo Alleanza Popolare darà battaglia a tutti i livelli con i metodi consentiti dalla legge vigente, per fermare lo scempio che sta per abbattersi sul territorio di San Severo. Facciamo un accorato appello a tutti i movimenti, associazioni, liberi cittadini, ad unirsi per fermare questo disastro. Faremo partire una raccolta firme, manifestazioni, e tutto quello che servirà su tutto il territorio, perché come è giusto che sia, sono i cittadini che decidono la loro sorte e non sei persone, che dopo questo disastro dovrebbero attivarsi immediatamente per risolvere il problema da loro causato. Dopo che tutto questo si risolverà -si spera nei migliori dei modi- confidiamo anche in un bagno di umiltà di questa amministrazione con le dimissioni di tutto il consiglio comunale per negligenza.

Il direttivo di Alleanza Popolare. 

Commenti