ANTONIO CARRETTA E LE NOTE DELL’ANIMA NELLA MAGIA DEL CINEMA.

34

L’OMAGGIO ALLA GRANDE MUSICA DEL MAESTRO SANPAOLESEQuella che si respira ascoltando i brani dell’ultima produzione di Antonio Carretta, già docente di tromba presso il Conservatorio Giordano di Foggia, è l’atmosfera del grande schermo, classici senza tempo capaci di risvegliare fascino e ricordi, anche nel pubblico più distratto.
Parliamo di “Le note dell’anima nella magia del cinema”, raccolta che propone omaggi a Maestri della musica per immagini come Ennio Morricone, Luis Bacalov, Nicola Piovani e Nino Rota, insieme a Johnny Mercer e Henry Mancini, con composizioni che hanno fatto epoca e che contribuiscono a disegnare un paesaggio musicale intimo e internazionale allo stesso tempo.
Nato come cd promozionale per lo spettacolo “Concerto da Oscar”, “Le note dell’anima nella magia del cinema” si rivela un vero e proprio viaggio attraverso melodie eseguite con tromba e flicorno soprano suonati dal maestro, ed affiancati da una voce femminile nel tema de La vita è bella, insieme all’efficace fischiato del trombettista.
Una raccolta intima, nata durante i mesi del lockdown, ricca di un raccoglimento e di una poesia sonora che solo la solitudine e il rapporto diretto con la propria arte possono infondere – senza mai dimenticare il valore dello spettacolo, che per i musicisti resta il momento di condivisione per eccellenza: il pubblico, il contatto, le emozioni. Non poterlo fare è una grande perdita.
I film non sono certo da meno delle colonne sonore: La califfa, Il postino, La vita è bella, La strada, col famosissimo tema della tromba, Nuovo Cinema Paradiso, Colazione da Tiffany, Il Padrino, Per un pugno di dollari, Mission – e non manca il legame con la Puglia nella scelta dei brani. Va infatti ricordato che Nino Rota è stato Direttore del Conservatorio di Bari, un pugliese adottato quindi, e che il Maestro Michele Lacerenza, originario di Trinitapoli e insegnante presso il Conservatorio di Foggia, contribuì ad impreziosire e caratterizzare il tema di Un pugno di dollari, conquistando così tanto il regista Sergio Leone, e lo stesso Morricone, da diventare la tromba per eccellenza degli “Spaghetti Western”.
Insieme a Gabriel’s oboe, tema centrale di Mission, Antonio Carretta ricorda il potere di umanizzazione proprio della musica. Nel film che mette in risalto le stragi degli indios e insieme la diffusione della parola di Dio, la frase emblematica: “Se fossimo venuti qui con un’orchestra il risultato sarebbe stato diverso…”.
La selezione dei brani a cura dell’autore, in base ad un criterio personale, gusto e contatto con l’opera, ha tenuto conto necessariamente degli strumenti con i quali il disco è stato realizzato.
A coadiuvare le registrazione il prezioso lavoro del fonico torremaggiorese Sergio Rubino, che il Maestro ringrazia calorosamente.
Ho bisogno di fare mio il brano, di ascoltare, suonare e scegliere la tonalità giusta per i colori dello strumento, a volte troppo acuta oppure troppo bassa” spiega Carretta, considerando che un registro medio agevola l’uso del flicorno soprano: dal carattere più scuro, si esprime al meglio nella parte centrale della propria tessitura. Trovata la tonalità tutto avviene naturalmente, anche con i brani che nascono per il canto.
Il cd “Le note dell’anima nella magia del cinema” non è in vendita, ma in omaggio per un pubblico attento e di critica costruttiva, spiega Antonio Carretta che fra qualche mese registrerà per la Da Vinci Publishing, casa discografica di Osaka, un cd con repertorio compreso tra il XVII e XVIII secolo, rigorosamente con organo barocco; la produzione vedrà una distribuzione internazionale.
Sono fortunato perchè insegnando in conservatorio sono tutelato, ma voglio condividere questo momento con tutti coloro che lavorano nello spettacolo in qualsiasi modo. Quando si ferma l’arte si ferma il mondo” ricorda il Maestro, stando alle conseguenze dell’emergenza sanitaria per Covid ’19 e allo stop forzato tra gli altri per i settori delle arti e dello spettacolo.
Con l’augurio di poter presto ritornare a suonare dal vivo e condividere le emozioni della grande musica col pubblico, ringrazia sentitamente Studio 54 Strumenti musicali di San Severo per il sostegno economico dato per la stampa del cd.
Il Maestro Antonio Carretta è presente su internet al sito
https://www.antoniocarretta.it/
e su social network Facebook alla pagina https://www.facebook.com/carretta.antonio

Commenti