Tricarico:”San Severo è con le pezze al c***. Di miglio si lamentano tutti i consiglieri di maggioranza”.

28

“.. vorrei offrirvi qualche valutazione su quanto sta accadendo nella nostra comunità sul versante amministrativo..
Sullo sfondo di una faida criminale che non ha risparmiato neanche i bambini, sta andando in scena una verifica nella maggioranza Miglio..
Cambiare assessori in un momento delicato come questo è forse un tantino inopportuno, ma potrebbe avere anche un senso etico e politico se l’idea fosse quella di potenziare l’efficacia delle azioni amministrative per affrontare meglio problemi che attanagliano la nostra comunità.
Chiaramente, nulla di tutto questo.

Miglio si è sempre distinto per una metodologia di governo che non fatico a definire accattonaggio politico. L’importante è che votiate in Consiglio Comunale, poi potete obbligarmi a fare assessore anche #VannaMarchi o il #DivinoOtelma. Se volete mi metto a ballare nudo in piazza, l’importante è che lo spettacolo amministrativo vada avanti.

Ricorderete gli ultimi due anni della scorsa legislatura, riuscì perfino ad ingurgitare il suo nemico storico, al secolo Dino Marino..
… nella coalizione che governa San Severo è passata la linea che i partiti debbano decidere chi debba collaborare col Sindaco, e il Sindaco è obbligato ad accettare senza opporre resistenza, salvo in alcuni casi.
Si perché, non illudiamoci, Miglio delle limitazioni al gioco la pone: gente fedele anche se priva di capacità, e preferibilmente gente che non debba eccedere nel “pensiero critico”…
… abbiamo visto tantissimi disastri in settori strategici (leggi Ambiente, cura del verde, Cultura e altro…), con figure che sono unanimemente riconosciute come inadeguate… lasciati lì a pascere indisturbati.
Badate bene, non è solo un mio giudizio. Lo dicono tra loro, lo sanno, ma nessuno, men che meno Miglio, si assume il rischio e la responsabilità di buttare fuori chi non è in grado di raggiungere obiettivi.
… La parola d’ordine è “sopravvivere”.
L’aspetto forse più paradossale della storia è che di Miglio si lamentano tutti i consiglieri di maggioranza. Che lo facciano quelli di opposizione mi pare normale, ma che quasi tutti i consiglieri di maggioranza, a fasi alterne, tranne quelli accontentati con qualche stupidaggine, abbiano la convinzione che l’Amministrazione sia un disastro è un fatto che un Sindaco dovrebbe seriamente prendere in considerazione.
Ma anche in questo caso la logica di Miglio è diversa: si lamentano, giudicano male tutto, non importa. L’unica cosa veramente importante è che votino.
D’altronde, uno che non è stato turbato dall’affermazione che circolava dopo il ballottaggio, ovvero “lo abbiamo votato perché è il male minore”, perché dovrebbe preoccuparsi se i suoi consiglieri ne hanno un giudizio profondamente negativo?
L’altra domanda sarebbe: questi consiglieri che votano comunque, perché lo fanno?
Se io ritengo l’Amministrazione un disastro, perché continuo a sostenerla, salvo poi lamentarmi e imprecare privatamente? Ho una risposta su questo argomento, la lascio alla vostra intelligenza.
In buona sostanza, per quanto mi riguarda, ho tentato in questi anni di fare “moral suasion”, con risultati molto scarsi, attirandomi diverse critiche…. Per quanto mi sia sforzato mi rendo conto che c’è una distanza siderale tra me e Miglio nella concezione della politica….
Se devi sopravvivere politicamente, con il pensiero rivolto a cosa dovrai fare da grande, è evidente che saltano tutte le buone intenzioni. Se metti uno scimpanzé a fare l’assessore anziché uno in gamba non fa differenza, l’importante è che la scimmia ti garantisca quell’effimero equilibrio che ti serve per tirare a campare…
Viviamo in una città oramai con le pezze al culo, in ogni ambito… “
(stralcio post di Nazario Tricarico)

Commenti