fbpx
More
    HomeCronacaMonti Dauni, scippati 23 mln/La denuncia dei consiglieri De Leonardis, Gatta e...

    Monti Dauni, scippati 23 mln/La denuncia dei consiglieri De Leonardis, Gatta e Barone

    Pubblicato

    Studio Legale Casale

    Una nuova bufera si è abbattuta
    sul governo Emiliano. Stavolta
    la materia del contendere
    sono i fondi destinati ai Monti
    Dauni: 23 milioni di euro che
    ora, a detta dei consiglieri di
    opposizione che hanno fatto
    scoppiare il caso, avrebbero
    preso un’altra direzione.
    «Uno scippo vergognoso,
    intollerabile per il Subappennino
    dauno – accusa Giannicola
    De Leonardis di Alternativa
    Popolare -. Uno scippo preparato
    nello scorso mese di novembre
    – accusa De Leonardis
    –, con una variazione di Bilancio
    contenuta in una delibera
    (la n. 2084) che pure prevedeva
    la sbandierata attribuzione
    di 11 milioni di euro per sette
    comuni, per le royalties legate
    agli idrocarburi. Ma i fondi
    complessivi erano 23 milioni
    di euro – spiega il consigliere
    -, e la legge regionale n. 7 del
    2002 prevede espressamente
    che debbano essere utilizzati
    per “il finanziamento di opere
    infrastrutturali al servizio di attività
    economiche, all’insediamento
    industriale e agli interventi
    di miglioramento ambientale
    previsti, nelle aree di estrazione
    e adiacenti”, e non altrove.
    Invece quella legge è stata
    ignorata e aggirata, e una successiva
    delibera (la n. 444 del
    20 marzo scorso) ha legato
    quei fondi, ricavati dalle attività
    in un territorio devastato e
    sfruttato da tempo immemorabile,
    a una sorta di compensazione
    per le aree di ospitalità
    messe a disposizione nella provincia
    di Foggia (7 milioni a
    San Severo, 6 ad Apricena) e
    in quella di Lecce (1 milione e
    200mila euro a Nardò) per fare
    fronte alle problematiche legate
    all’immigrazione, e
    all’istituzione della Zes a Taranto,
    con investimenti ritenuti
    prioritari al punto da destinare
    2 milioni per l’adeguamento
    dell’aeroporto di Grottaglie e
    6 milioni per migliorare la viabilità
    a Massafra, e per finanziare
    ulteriori progetti senza alcun
    riferimento a un qualsiasi
    bando pubblico, magari accessibile
    ad altri Comuni».
    Secondo De Leonardis, che
    ieri mattina ha presentato
    un’interrogazione urgente a
    Emiliano si tratta «iniziative
    certamente meritorie e che nessuno
    mette in discussione, ma
    per le quali si poteva e doveva
    attingere da altri capitoli del bilancio
    regionale».
    Sulla stessa lunghezza d’onda,
    Giandiego Gatta, consigliere
    regionale di FI e vicepresidente
    del Consiglio regionale:
    «Mi unisco allo sdegno del collega
    De Leonardis per gli 11
    milioni di euro che erano destinati
    a sette comuni del Subappennino
    come royalties a fronte
    delle attività di estrazioni di
    idrocarburi, e che oggi non lo
    sono più – incalza – Ragion
    per cui non possiamo esimerci
    dal chiedere conto al presidente
    sui motivi che lo hanno indotto
    a proporre e varare una
    variazione al bilancio così nefasta
    e ingrata per il territorio
    foggiano».
    Sulla questione interviene
    anche la consigliera del M5S
    Rosa Barone. «La Giunta –
    spiega la pentastellata – ha deciso
    di destinare oltre la metà
    di questi 23 milioni di euro anche
    ai Comuni non direttamente
    interessati dalle attività
    estrattive. Una scelta, che seppur
    legittima, ci appare inopportuna,
    perché le attività
    estrattive interessano un territorio,
    come quello dei Monti
    Dauni, già in difficoltà. Si tratta
    di una zona che avrebbe necessità
    di avere maggiori risorse
    per la realizzazione di interventi
    di miglioramento ambientali
    e di misure per favorire lo
    sviluppo economico e l’occupazione,
    a fronte del notevole impatto
    ambientale che i territori
    che ospitano le attività estrattive
    subiscono».

    Quotidiano Puglia

    Commenti
    - Advertisement -

    Ultimi Post

    San Severo: ventitrenne stroncato da un malore durante una partita.

    Purtroppo ieri sera un nostro giovane concittadino, Filippo Cardillo, è morto a seguito di...

    INCIDENTE MORTALE SULLA SS16.TRE SANSEVERESI LE VITTIME.

    Oggi pomeriggio alle ore 16 circa tre sanseveresi hanno perso la vita in un...

    Orrore a San Severo: vermi nella pasta servita ai bambini nella mensa scolastica.

    A denunciarlo oggi è  stata la dirigente scolastica dott.ssa Angela Corvelli del Circolo Didattico “San...

    Il Natale: un’occasione vantaggiosa per la città di San Severo

    Queste proferite sono semplici idee, nulla più, ideate dal sottoscritto a titolo puramente illustrativo....

    Potrebbe interessarti

    San Severo: ventitrenne stroncato da un malore durante una partita.

    Purtroppo ieri sera un nostro giovane concittadino, Filippo Cardillo, è morto a seguito di...

    INCIDENTE MORTALE SULLA SS16.TRE SANSEVERESI LE VITTIME.

    Oggi pomeriggio alle ore 16 circa tre sanseveresi hanno perso la vita in un...

    Orrore a San Severo: vermi nella pasta servita ai bambini nella mensa scolastica.

    A denunciarlo oggi è  stata la dirigente scolastica dott.ssa Angela Corvelli del Circolo Didattico “San...