fbpx
More
    HomeSport in Cammino, ricetta vincente per quasi 3000 pugliesi

    Sport in Cammino, ricetta vincente per quasi 3000 pugliesi

    Pubblicato

    Attività motoria in chiave curativa e preventiva in tutte le sei province, grazie all’innovativo progetto biennale di Coni Puglia e Regione, in collaborazione con la Fmsi. Dati alla mano, il bilancio dell’assessore Piemontese e del presidente regionale Coni Giliberto
    La ricetta, è il caso di dire, è stata semplice. Medici dello sport a prescrivere l’attività motoria come un vero e proprio farmaco. Ed esperti Coni a somministrarla, attraverso gruppi di cammino, passeggiate veloci e palestre polivalenti, a pazienti affetti da varie patologie, soggetti a rischio o anche come semplice prevenzione. Il tutto gratuitamente. Una visione che è stata decisamente premiata dai numeri, quella che ha accomunato Coni Puglia e Regione, portando avanti per due anni in tutte le sei province pugliesi il progetto Sport in Cammino, in collaborazione con la Fmsi – Federazione Medico Sportiva Italiana.
    I dati, dunque: 3.835 richieste di partecipazione; 2.826 utenti partecipanti alle attività, di cui 1930 over 65; 7.000 ore di attività; 67 Comuni coinvolti; 74 Centri sportivi polivalenti utilizzati; oltre 3.000 visite mediche nelle diverse province; 37 Medici dello Sport coinvolti e 87 esperti del Coni (laureati in Scienze delle Attività Motorie e Sportive e diplomati Isef) formati ad hoc.
    “Attività motoria come leva per la prevenzione sanitaria: il principio cardine è stato questo. Un vero intervento innovativo – commenta l’assessore regionale allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese – mirato al miglioramento dello stile di vita e del benessere della popolazione, per quest’ultima a costo zero. Del resto, la politica dell’ente regionale in questo campo è chiara: gli interventi che vedono lo sport e i corretti stili di vita come leve per la prevenzione, hanno ricadute proprio in termini di risparmio della spesa sanitaria, nel medio e lungo termine”.

    Sia durante sia a conclusione del progetto ogni partecipante ha compilato un questionario sull’autopercezione del miglioramento del benessere psico-fisico: “Analizzati, i questionari hanno testimoniato – spiega il presidente del Coni Puglia Angelo Giliberto – che Sport in Cammino è effettivamente servito per indurre i partecipanti a un significativo cambiamento verso una vita più attiva, anche in termini di nutrizione, e di socializzazione. In pratica il cento per cento delle autovalutazioni, in scala uno a dieci, rientravano fra l’otto e il dieci, con quest’ultimo votato da quattro partecipanti su cinque. Un ulteriore dato che ha sugellato il successo dell’intervento”.
    Suddivisi in gruppi da 20 per svolgere attività due volte a settimana, per un totale di 24 settimane, i principali destinatari del progetto sono stati: giovani over 18 anni con patologie croniche come diabete, ipertensione, malattie cardio-respiratorie e patologie croniche ad alta incidenza di disabilità e mortalità, nonché soggetti a rischio; adulti over 65 inattivi e sedentari, per i quali un’adeguata attività motoria costituisce un aiuto fisico, psicologico, di riabilitazione e socializzazione. Il Coni Puglia li ha reclutati grazie a una capillare attività di comunicazione che ha coinvolto le associazioni del territorio, l’Università della terza età, le circoscrizioni comunali e i centri religiosi, scuole e altri luoghi di aggregazione.
    Gli esperti Coni hanno individuato i percorsi di cammino rispettando precisi parametri, come la sicurezza e salubrità dei luoghi, ma anche l’aspetto culturale e turistico del territorio pugliese. Non a caso la mappatura dei percorsi è stata poi utilizzata per realizzare parte del progetto “I luoghi dello Sport nell’Ambiente in Puglia”: un portale di georeferenziazione regionale in cui sono inseriti anche percorsi di trekking nei parchi e nelle città, percorsi ciclabili e campi di equitazione, tiro con l’arco, orienteering, aree attrezzate per sport nautici (tutti online su http://sit.puglia.it/portal/portale_rete_ciclo).(comun.)

    Commenti
    - Advertisement -

    Ultimi Post

    San Severo, villa comunale: e queste sarebbero panchine?

    Siamo in grado di mostrarvi in anteprima le nuove panchine della villa comunale di...

    Tricarico: l’assessore Romano chieda scusa anche per gli errori grammaticali.

    Questa è la città in cui un Assessore, anziché chiedere scusa ai cittadini per...

    Adesso l’assessore Romano se la prende anche con Don Dino.

    Incredibile, ma vero.Don Dino Daloia nei giorni scorsi sulla sua pagina fb ha denunciato...

    Segnalazioni….agricole

    In questo spazio abbandonato di un albero non curato, perché aveva bisogno di manutenzione,...

    Potrebbe interessarti

    San Severo, villa comunale: e queste sarebbero panchine?

    Siamo in grado di mostrarvi in anteprima le nuove panchine della villa comunale di...

    Tricarico: l’assessore Romano chieda scusa anche per gli errori grammaticali.

    Questa è la città in cui un Assessore, anziché chiedere scusa ai cittadini per...

    Adesso l’assessore Romano se la prende anche con Don Dino.

    Incredibile, ma vero.Don Dino Daloia nei giorni scorsi sulla sua pagina fb ha denunciato...