fbpx

Legge su sostegno ai coniugi separati, Gatta: “Dall’Arca Foggia primi bandi con alloggi riservati, una bella soddisfazione”

Nota del vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta (FI).
“Abbiamo approvato una legge importante, di grande rilevanza sociale, quella sui sostegni ai coniugi separati e divorziati che versano in stato di grave indigenza, ed attendiamo che la Giunta regionale ne dia piena applicazione. Ma a questa soddisfazione se ne aggiunge un’altra: quella di aver alzato il coperchio e posto all’attenzione di tutti un problema delicato, una nuova forma di fragilità che coinvolge oltre 850 mila italiani: oggi, anche l’Arca di Foggia ha emanato un bando (con scadenza il 31 luglio 2018) per l’assegnazione di alloggi a canone sostenibile riservandone espressamente tre a ‘persone singole legalmente separate o divorziate con perdita del diritto all’abitazione della casa coniugale’. Insomma, è nata una consapevolezza a tutti i livelli istituzionali del disagio patito dagli ex coniugi che versano in condizioni di povertà perché costretti a cambiare casa e a corrispondere l’assegno di mantenimento. Il vero successo è proprio questo: accendere i riflettori su una categoria in difficoltà che fino ad oggi era ‘invisibile’. E ne sono profondamente felice, dopo l’approvazione della legge n.45/17 di cui sono stato proponente. Non solo: sono nati centri d’accoglienza, come quello su iniziativa del convento ‘Gesù e Maria’ di Foggia che darà ospitalità proprio a questi cittadini. Saranno loro i beneficiari della legge regionale, appena sarà a regime con le tre forme di sostegno previste: l’assistenza e mediazione familiare (laddove l’alta conflittualità tra i coniugi renda ulteriormente complesso l’esercizio del ruolo genitoriale con i correlativi diritti e doveri), il sostegno economico (dalle spese per le cure mediche a forme di prestito agevolato) ed il sostegno abitativo (accordi con le ‘Agenzie Regionali per la Casa e l’Abitare’ e promozione di progetti di gestione di immobili da destinare in via temporanea). Quest’ultimo è il primo a trovare applicazione. Per questo, chiedo al governo Emiliano di proseguire nell’attuazione di una legge che racconta la sensibilità e l’attenzione della Regione verso le nuove categorie di poveri”

Altro che potrebbe interessarti

San Severo: bomba nella notte.

Ancora un atto criminale nella nostra citta’. La scorsa notte verso le ore 04:15 in via Morgagni,...

San Severo, chiusa “per furti” la scuola Andrea Pazienza.

È di pochi minuti fa la notizia che la scuola André Pazienza in via Lucera è stata...

“Sopravvivere all’inferno: la mia battaglia contro le molestie sul...

Sono stanca di subire. 😡 Questo è il secondo anno che ricevo molestie sul lavoro da parte...