VIESTE / Paga il parcheggio con le APP: “Whoosh!” e “MyCicero”

0
62

Vieste è possibile pagare la sosta sulle strisce blu mediante due app scaricabili gratuitamente dagli store Apple e Android. Una si chiama “Whoosh!”, proposta dalla ditta che ha installato i parcometri, che permette esclusivamente il pagamento della sosta; l’altra, invece, si chiama “MyCicero” e fa anche molto di più: ad esempio consente di sottoscrivere gli abbonamenti per i non residenti, operazione finora impossibile al di fuori degli orari di apertura degli uffici comunali. Entrambe le app consentono anche di allungare la sosta direttamente col proprio smartphone ovunque si trovino senza dover tornare alla propria auto per mettere un nuovo scontrino sul parabrezza. Il controllo da parte degli agenti della Polizia Locale avviene tramite un semplice telefonino su cui è installata una applicazione che legge la targa con la fotocamera e interpella gli archivi di Whoosh e MyCicero , ricevendo in tempo reale l’esito sulla regolarità o meno del pagamento della sosta.

Ma come avviene il pagamento? Per Whoosh è necessario inserire gli estremi della carta di credito sulla quale saranno addebitati i costi delle soste o dell’abbonamento, mentre per MyCicero ogni utente crea un proprio “borsellino” mediante ricariche che potrà effettuare o direttamente dalla app (tramite carta di credito o PayPal) oppure recandosi in un qualsiasi punto SisalPay (solitamente tabaccai ed edicole).

Non resta da far altro che parcheggiare, avviare la app, confermare la posizione in cui è stata lasciata l’auto ed indicare per quanto tempo si vuole pagare la sosta.

“Siamo estremamente soddisfatti per l’avvio di questo nuovo servizio che semplificherà le operazioni a chi dovrà parcheggiare” ha dichiarato Sandro Siena, consigliere comunale con delega all’informatizzazione e curatore dell’iniziativa in collaborazione con l’assessore al turismo Rossella Falcone“Inoltre andrà incontro ai titolari di esercizi commerciali che rimanevano spesso senza monete per consentire agli ospiti di pagare la sosta mediante il parcometro. È un nuovo passo verso lo svecchiamento della macchina amministrativa che anticipa di qualche giorno l’avvio ufficiale della rete wifi gratuita che coprirà alcune strade del centro cittadino”.

Commenti