I masanielli della Lega San Severo rispondono a De Lilla.

15

COMUNICATO STAMPA

La segreteria della Lega insieme ai suoi consiglieri comunali, definiti da Michele de Lilla, i “masanielli improvvisati”, ricordano al prof. de Lilla che richiedere l’accesso agli atti, al comune, per una vicenda al quanto ambigua (richiesta per la quale via Pec ad oggi non è stata data una risposta dagli uffici preposti), non significa essere “masanielli improvvisati”. Significa, invece, dare una risposta ai cittadini che si interrogano su cosa possa succedere nei pressi di “Città Giardino” ed essere vicino agli elettori che chiedono chiarimenti, gli stessi chiarimenti che poi sono arrivati in parte durante la II commissione, direttamente da un consigliere di maggioranza (come lo stesso de Lilla), il quale ha spiegato che il terreno dove dovrebbe essere installata questa antenna alta 32 metri è di proprietà del cognato dello stesso de Lilla. A noi poco interessa chi sia il proprietario del terreno. Interessa solo fare luce su questa  vicenda per dare una risposta, non solo ai nostri elettori, ma a tutti i cittadini. Spieghiamo, inoltre, al consigliere de Lilla che ,al massimo, potremmo essere definiti proprio “masanielli” e basta, considerando che Tommaso Aniello d’Amalfi conosciuto come Masaniello, era il protagonista di una rivolta napoletana contro un’ ingiusta pressione fiscale, la stessa che stiamo vivendo anche noi nel nostro comune dopo un ingiustificato aumento dell’Irpef nell’anno della pandemia, al quale abbiamo già gridato il nostro disappunto. Il consiglio dei “masanielli”, per chi fa lotte in favore dell’ambiente, è di farle sempre e non a corrente alternata in base al ruolo che si occupa in amministrazione. 


I “masanielli” della Lega 
Segretario Gianluca Orlando 
Consiglieri Maria Anna Bocola e Rosario Di Scioscio

Commenti