Spada: ho dovuto ricredermi sulle voci

0
1115

Qualche giorno fa ascoltavo dei concittadini che esprimevano il loro disappunto per le spese per la gestione dell’ente comunale.
Pensavo che fossero in errore.
Ma ho dovuto ricredermi, ahimè.

Il presidente Pennacchio ha convocato la riunione di commissione in data 1/2/22. L’ordine del giorno era una relazione -richiesta all’assessore Romano- sulla situazione dell’ospedale di San Severo.

Romano assente. Incredibilmente assente.

Il presidente Pennacchio constatava l’assenza dell’assessore e chiudeva la seduta.

Ho chiesto allora la parola al presidente, ponendogli un dubbio: “delle due l’una:
O il presidente convoca la commissione ignaro del fatto che l’assessore sarà assente, nel qual caso l’assessore potrebbe considerarsi responsabile di sperpero di denaro pubblico
o l’assessore ha comunicato la sua assenza e il presidente ha ugualmente convocato la commissione, pur senza ordine del giorno, rendendosi responsabile di un potenziale danno erariale.”

Lamentavo infatti che in questa occasione il comune di San Severo ha effettivamente elargito dei gettoni di presenza ai componenti di commissione e ai delegati dai capigruppo in maniera ingiustificata.

Di norma il presidente ha la responsabilità della convocazione delle commissioni consiliari. Come scrisse il Segretario Generale, in risposta a una mia esplicita domanda, “…stante la competenza in capo al Presidente in merito alla convocazione della Commissione, si fa presente che qualora la convocazione venisse disposta in assenza di un ordine del giorno oltre a violare la norma regolamentare, potrebbe comportare profili di responsabilità erariale laddove la seduta non fosse finalizzata all’esercizio delle funzioni consultive e propositive di cui agli artt.23 e 24 del regolamento”

Ho chiesto, facendolo mettere a verbale, alla ragioneria di valutare a quanto ammonti il danno erariale.

Parlo di danno erariale, citando il Segretario, perché abbiamo BUTTATO i soldi dei cittadini.

Il presidente Pennacchio riferiva di non aver avuto alcuna comunicazione di impossibilità a partecipare dell’assessore Romano.

Credo che l’assessore Romano debba delle scuse alla cittadinanza e possa risarcire le casse comunali del danno subito.

La ciliegina sulla torta è che l’assessore Romano la settimana scorsa era stata assente a altre DUE convocazioni di commissioni (ordine del giorno: il ritiro dei farmaci scaduti). L’assessore Romano, ormai adusa alla latitanza politica, non assume alcuna posizione riguardo la condizione dell’ospedale di San Severo.

La panna sulla torta, invece, è che l’assessore non si presenta alle commissioni perché NON SA cosa rispondere.

Alessandra Spada, consigliere comunale indipendente

Commenti