fbpx
More
    HomeCulturaScuolaTorremaggiore, in nome dell’olio italiano con Colomba Mongiello

    Torremaggiore, in nome dell’olio italiano con Colomba Mongiello

    Pubblicato

    “In nome dell’olio italiano” è il titolo del libro dell’onorevole Colomba Mongiello, che sarà presentato, lunedi 22 gennaio (ore 18), dal Consorzio Peranzana Alta Daunia presso l’Antico Frantoio Ametta in via N. Fiani.

    ” Un lavoro editoriale, quello realizzato dall’on. Mongiello, che va ben oltre il racconto di una sfida vinta: è l’approvazione della legge “Salva Olio” che ha significato una tutela in più per i consumatori, per la dieta Mediterranea e per i tanti operatori della filiera onesti contro la contraffazione e le frodi alimentari. Sin dai suoi primi anni della sua vita parlamentare, con passione e caparbietà, la deputata foggiana, componente della Commissione Agricoltura della Camera e Vicepresidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sul fenomeno della contraffazione, si è battuta per tutelare la qualità e garantire l’identità dell’extravergine italiano. Questo impegno è sintetizzato nel libro, edito da Il Castello Edizioni, che è anche un omaggio alla millenaria coltivazione dell’ulivo. “In nome dell’olio italiano” è la storia della legge “Salva Olio” e dei successivi provvedimenti a favore dell’olio, fino all’approvazione del Piano Olivicolo nazionale. Un racconto in prima persona che ci fa conoscere la passione con la quale l’autrice si è battuta per far riconoscere l’extravergine italiano, come il prodotto agroalimentare che “più e meglio identifica il Made in Italy, architrave della dieta mediterranea a tavola, che significa anche e soprattutto: territorio, cultura, salute e paesaggio”. L’ evento sarà curato dal Consorzio Peranzana Alta Daunia, in collaborazione con l’Associazione La Peranzana di Torremaggiore, da anni impegnati nella valorizzazione e qualificazione della filiera olivicolo-olearia del territorio, sia attraverso la tutela delle produzioni sia nel rafforzamento di un’idea imprenditoriale competitiva che fonda i suoi punti di forza su aspetti prioritari come la qualità, la tipicità, l’origine del prodotto, la tracciabilità e i valori salutistici e nutrizionali sempre più importanti per la salute dei consumatori. Alla presentazione, interverranno: per i saluti Severino Carlucci (presidente Consorzio Peranzana A. Daunia), Giuseppe Pannarale (Associazione la Peranzana); relatori: Michele Pisante (Università degli Studi di Teramo), Giuseppe De Filippo (presidente Coldiretti Foggia) Adele Potenza (dirigente responsabile Dietologia e Nutrizione – Casa Soll. Sofferenza San G. Rotondo), Milena Sinigaglia (presidente Distretto Tecnico Agroalimentare Puglia) Colomba Mongiello (Commissione Anticontraffazione – Camera dei Deputati).

    Segreteria organizzativa: Consorzio Peranzana AD – tel. 0882.383474 – email: consorzio.peranzana@gmail.com

    Share on FacebookTweet about this on Twitter
    Commenti
    - Advertisement -

    Ultimi Post

    San Severo, villa comunale: e queste sarebbero panchine?

    Siamo in grado di mostrarvi in anteprima le nuove panchine della villa comunale di...

    Tricarico: l’assessore Romano chieda scusa anche per gli errori grammaticali.

    Questa è la città in cui un Assessore, anziché chiedere scusa ai cittadini per...

    Adesso l’assessore Romano se la prende anche con Don Dino.

    Incredibile, ma vero.Don Dino Daloia nei giorni scorsi sulla sua pagina fb ha denunciato...

    Segnalazioni….agricole

    In questo spazio abbandonato di un albero non curato, perché aveva bisogno di manutenzione,...

    Potrebbe interessarti

    San Severo, villa comunale: e queste sarebbero panchine?

    Siamo in grado di mostrarvi in anteprima le nuove panchine della villa comunale di...

    Tricarico: l’assessore Romano chieda scusa anche per gli errori grammaticali.

    Questa è la città in cui un Assessore, anziché chiedere scusa ai cittadini per...

    Adesso l’assessore Romano se la prende anche con Don Dino.

    Incredibile, ma vero.Don Dino Daloia nei giorni scorsi sulla sua pagina fb ha denunciato...