Tanti auguri, San Severo!

194

Oggi la nostra Città compie 905 anni. La nostra San Severo, ricca di storia, custode di valori e tradizioni sane e profonde. Quanto mi fa soffrire vedere la gente storcere il naso quando sa della mia provenienza. Il tutto per colpa di una società malata, di una classe dirigente poco illuminata e, diciamolo, anche di poco coraggio e poco orgoglio da parte di alcuni suoi figli. Io sono fiero di essere figlio della San Severo dei miei nonni e dei miei genitori, della San Severo rurale, cuore pulsante del Tavoliere, della San Severo dei campanili, della San Severo della gente di cuore e di cervello, della San Severo dei Matteo Tondi, Alessandro Minuziano, Umberto Fraccacreta, Nino Casiglio, Luigi Allegato, Leone Mucci, Luigi Schingo, Andrea Pazienza. Noi scappiamo, illusi e disillusi, rassegnati a vivere un futuro lontano dalla Casa nostra. Ma io sono ancora di mangiare la zuppetta coi miei figli, di portarli in Villa e, ovviamente, a dire una preghiera alla Madonna del Soccorso.

Fabrizio Caposiena

Commenti