A testa alta tra le polemiche!!!! Il Maracanà San Severo perde contro l’Audace Barletta ed è fuori dalla Coppa Puglia.

0
359

Comunicato Stampa

Il sogno di vincere la coppa regionale finisce qua per il Maracanà San Severo che perde per 3-0 contro l’Audace Barletta che conquista la semifinale. Oltre all’arbitraggio, i ragazzi guidati da mister Ferrara hanno pagato a caro prezzo l’espulsione di Dell’Aquila che ha complicato le cose.

Già nei primi 45 minuti, gli avversari si rendono pericolosi con il Maracanà che non riesce a disturbare la difesa barlettana. Al 27esimo, arriva un calcio di punizione per l’Audace, la sfera prima prende la traversa e poi Guacci di testa portano avanti gli avversari. A complicare le cose ai biancorossi ci pensa l’arbitro che estrae il cartellino rosso al capitano Dell’Aquila per aver pronunciato delle parole offensive.

Nella ripresa, il Maracanà tenta il massimo per pareggiare la partita, ma la difesa barlettana sventa ogni azione possibile. I biancorossi provano a sfruttare gli ingressi di D’Ambrosio, Villani e Caruso ma anche qui l’Audace si fa trovare

subito pronto e quando siamo giunti all’82esimo, gli avversari sfruttano un contropiede con Dinoia che rincorre il pallone e ne approfitta dell’uscita a vuoto di Delli Carri (che ha preso il posto di Leuci dopo un tiro violento sul volto) e a porta vuota l’attaccante firma il 2-0 e probabilmente sancisce l’accesso verso le semifinali. Poco dopo, il portiere foggiano viene espulso per delle proteste esagerate che hanno generato un ulteriore scontro da parte di entrambe le squadre. Il Maracanà resta incredibilmente in nove.

Sul finire della partita c’è anche la firma di Tupputi che al 92esimo da fuori area, firma il 3-0 definitivo.

Finisce 3-0 per l’Audace Barletta che tra mille polemiche conquista l’accesso alla semifinale contro l’Ideale Bari che ha stravinto per 5-1 contro la Real Putignano. Mister Ferrara e il suo staff tecnico non riescono nell’impresa di accedere per la prima volta nella storia alle semifinali.

C’è rammarico sia sugli spalti che da parte della dirigenza che ci tenevano tantissimo a questa competizione e proveranno a ripartire subito già da domenica contro la Virtus Bisceglie per continuare questo sogno di vincere il campionato.